CAMPIONATO NAZIONALE SERIE D, GIRONE "F"

XXVI^ GIORNATA

CASTELFIDARDO – SANGIUSTESE 1-1

CAMPIONATO NAZIONALE SERIE D, GIRONE “F”
XXVI^ GIORNATA

CASTELFIDARDO- SANGIUSTESE 1-1

CASTELFIDARDO (5-3-2): Mercorelli, Lombardo, Giovagnoli, Pigini, Radi, Caruso, Severini, Trillini, Mercadante (22’ st Granado), Calabrese, D’Ercole (33’ st Diouf). A disposizione: Barbato, Recanatini, Tiriboco, Alla, Stacchiotti, Semiao, Marino, Di Lollo. Allenatore: Massimiliano Vadacca.
SANGIUSTESE (4-2-3-1): Chiodini, Shiba, Santagata, Perfetti, Scognamiglio, Moracci, Pezzotti, Camillucci, Cheddira, Cerone (35’ st Carta), Argento. A disposizione: Carnevali, De Reggi, Massaroni, Buaka, Doci, Kamara, Pluchino, Patrizi. Allenatore Stefano Senigagliesi.
ARBITRO: Sig. Cristiano Ursini della sezione di Pescara.
ASSISTENTI: Sig.ri Stefano Gaddoni e Francesco Tagliaferri della sezione di Faenza.
RETI: 8’ pt Pezzotti, 26’ pt Giovagnoli.
NOTE: spettatori 500 circa con rappresentanza ospite; ammoniti Granado, Perfetti, Lombardo e Caruso; corner 4-2; recupero 0’ + 4’.

CASTELFIDARDO – Match godibile al Mancini di Castelfidardo, con i padroni di casa, fanalino di coda della graduatoria, che cercano di mettere in campo le armi migliori alla ricerca di una incredibile remuntada -salvezza, mentre la Sangiustese prova a consolidare la quarta piazza.
Il risultato è la divisione della posta.
Assente l’ex Enow, squalificato, entrambi i tecnici sono alle prese con qualche assenza: mister Senigagliesi vede l’esordio dal primo minuto della nuova elegante divisa gessata, ma deve rinunciare a Tizi e Patrizi.
Mister Vadacca invece non può contare su Massi, Bracciatelli e De Vita infortunati, oltre a Petrarulo allontanato in settimana.
Subito pericolosi, con Cerone che non approfitta del corto rilancio di Mercorelli, i rossoblù passano in vantaggio all’8’ con Pezzotti dalla sinistra imbeccato alla perfezione dalla verticalizzazione di Scognamiglio.
I biancoverdi sono però vivi e non rinunciano affatto alla contesa.
Calabrese e D’Ercole si fanno vivi più volte dalle parti di Chiodini, prima che Giovagnoli, sugli sviluppi di un corner calciato da Trillini, di testa realizzi il gol del pari.
Al Castelfidardo potrebbe anche riuscire un clamoroso sorpasso con un palo centrato alla mezz’ora da Mercatante e la palla che danza pericolosamente sulla linea.
Nelle fila degli ospiti sempre in grande spolvero Pezzotti, che in più di un’occasione sfiora la doppietta.
Nella ripresa i ritmi calano e le occasioni latitano su entrambi i fronti.
Il risultato di parità non si sblocca e si arriva al triplice fischio: proprio allo scadere Scognamiglio salva su Calabrese sulla linea e la gara termina senza ulteriori sussulti.

CRONACA

PRIMA FRAZIONE
2’ pt: Meecorelli sbaglia il rinvio. La palla termina sui piedi di Cerone, ma la sua conclusione è debole.
7’ pt: Calabrese si incunea per vie centrali e poi lascia partire un tiro dalla destra che non spaventa Chiodini.
8’ pt: GOL!! Splendida verticalizzazione di Scognamiglio che trova libero Pezzotti. Il numero 7 rossoblù controlla e insacca il vantaggio rossoblù.
16’ pt: pericoloso cross dalla bandierina di Trillini, Calabrese non riesce nella deviazione vincente.
21’ pt: Trillini suggerisce l’imbucata per D’Ercole sulla sinistra. Il numero 11 fa tutto bene meno che la conclusione.
25’ pt: Chiodini si rifugia in corner sul tiro di Calabrese.
26’ pt: GOL! Corner di Trillini e testa vincente di Giovagnoli per il pari.
29’ pt: Mercatante centra il palo, la palla danza sulla linea ed il Castelfidardo va vicino al clamoroso sorpasso.
32’ pt: Argento serve benissimo Pezzotti: si alza però la bandierina dell’assistente.
42’ st: Chiodini fa buona guardia su Calabrese.

SECONDA FRAZIONE
2’ st: Severini conclude centrale.
7’ st: Cerone per Pezzotti, Mercorelli c’è.
11’ st: Pigini ci prova dalla distanza.
40’ st: senza rischi la punizione di Radi, così come quella di Moracci sul fronte opposto.
45’ st: Lombardo per Calabrese, Scognamiglio salva sulla linea.