FANTASTICA SANGIUSTESE: PER IL SECONDO ANNO CONSECUTIVO LA SOCIETA’ DEL PRESIDENTE TOSONI E’ CAMPIONE D’ITALIA DEL FAIR PLAY

La Società più corretta della Serie D nazionale per il secondo anno consecutivo ha sede a Monte San Giusto, un paesino in provincia di Macerata di 7.000 abitanti: immensa la soddisfazione e grandissimo l’orgoglio per lo straordinario bis.

La Sangiustese si è aggiudicata la “Coppa Disciplina 2018-2019”, trionfando per sportività e correttezza davanti alle 167 Società di tutta Italia appartenenti al campionato di Serie D.

Un traguardo storico, che fa il bis con quello portato a casa da matricola.

Con il punteggio di sole 10,78 penalità (davanti alla Caronnese con 13,35 e al Darfo Boario con 14,60, entrambe del girone B) la Società, la tifoseria, i giocatori, lo staff tecnico e tutto l’ambiente rossoblù si sono dimostrati i più virtuosi nella speciale classifica nazionale che tiene conto delle sanzioni comminate.

Punteggio bassissimo: basti considerare che il Como si è classificato all’ultimo posto con ben 111,65 punti di penalità.

Un dato emerge su tutti: nel corso della stagione corrente, nessuno dei giocatori di mister Senigagliesi è stato mai espulso dal campo, mentre uno solo fu il cartellino rosso nella precedente edizione.

Il Presidente Andrea Tosoni teneva particolarmente a questo prestigioso trofeo, nel quale ad essere simboleggiati sono alcuni dei più importanti valori dello sport.

Disciplina, ospitalità, collaborazione, correttezza, educazione: valori in cui la Sangiustese si è confermata al vertice in Italia.

Un traguardo che sembrava unico ed irripetibile e che invece è stato conquistato nuovamente a distanza di un anno ed alla seconda partecipazione al campionato di Serie D.

Segno che l’affermazione di dodici mesi fa non era casuale e che in casa rossoblù etica e comportamento, sia dentro che fuori dal campo, sono oggetto della massima attenzione.

La Società verrà premiata il prossimo 02 Giugno in occasione della finale della Poule Scudetto: una delegazione della Sangiustese alzerà al cielo il prestigioso trofeo direttamente dalle mani dei più importanti esponenti della Serie D.